Amaro Montenegro: sapor’emm…

Perché potrai anche essere un brand manager esperto soprattutto nel core business che discuti di trading mentre hai un meeting in un resort, ma se ordini un Montenegro (con risp. parl.) non capisci un cazzo. 

Il Montenegro, (con risp. parl.) diocane, uno sciroppo alcolico a base di ftalati, cromo esavalente e aromi che più artificiali non si può: voglio dire, con una carta degli spiriti commovente, con rum e whisky a partire (e salire) da Caroni e Samaroli (ometto il capitolo sulle gineprine sennò mi metto a piangere) lui (c’era anche il Braulio, mica la merda) ordina un… No, basta, non lo scrivo. A’ purciàro!

* * *

P.s.: brand manager ce l’ho aggiunta io: l’uomo dal palato analfabeta parlava veramente di core businesstrading. Praticamente una macchietta, un po’ come il suo sodale, con scarpina sportiva e risvoltino. In omaggio all’unità di Taglia, anzi d’Itaglia, il primo di un qualche paesello dormitorio tipo chessò, Busnate mentre il secondo, più giovine, di Cutruzzau Marina, ma anche San Mantranguozzu Vecchia. Bello sentirli demolire l’italiano impestandolo di termini in inglAHAHAH – NO.

Per la cronaca, anche il giovane borbonico ebbe ad ordinare un Montenegro (con risp. parl.)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s