Memorabilia

La tua è solo “ironia spicciola che condisce una misera grammatica da studente delle serali di periferia”. Un misto tra Charles Bukowski e Giordano Bruno Guerri, ‘nzomma.

All’allegro eroinomane. 

Ristorante di proprietà di due simpaticissimi (come i ladri in casa) fratelli: uno ubriacone e molesto, l’altro tossicodipendente e altrettanto molesto, già proprietari di una sottospecie di locale vagamente assimilabile a un pub, ma ancora più ributtante.

Specialità merda e simpatia (mi dicono che la simpatia l’abbiamo finita a febbrajo, quindi il cerchio si restringe).  

Prezzi modici (ma col cazzo). 

Igiene (idem come sopra). 

Bingo e noccioline (da un’altra parte). 

Epitaffi 

Era un mago:

s’arricchiva col manzo

mandava il ristorante ai maiali

e andava a troje. 

Addio concimaja

che la merda ti sia greve. 

Quel cantante lì, còso, Mandarino. 

Quando io sono solo con te

sto ‘mbriaco e ‘n zò nemmeno perché 

casco sul pavimento 

e me fratturo ‘l mento 

quando penso a te

m’encazzo forte perché 

E d’improvviso l’ispirazione va a’ majali.  

Essere o non essere

Non è un problema nel momento in cui riesci a dormire quelle sett’ott’ore e dopo te sient’ ‘nu re

Potendo. 

A Dio piacendo. 

Dio volendo e permettendo. 

Powered by WordPress.com.

Up ↑